Il cibo nei libri: Bulgakov

soviet_ikra_vodka
Fonte: questo Tumblr

Chi mi conosce sa che sono fissata con Bulgakov. Il cibo nei suoi libri compare spesso, a cominciare dalle fette di salame di Cracovia con cui il professor Preobraženskij attira il cane Šarik in Cuore di cane fino al piccolo banchetto approntato da Woland a Stëpa Lichodeev nel Maestro e Margherita… eccolo:

“Stëpa, sbarrando gli occhi, vide sul tavolino un vassoio su cui si trovava del pane bianco affettato, del caviale pressato in un vasetto, funghi porcini marinati su un piattino, un tegame e, infine,

Continua a leggere

Il cibo nei libri: Tanizaki

kakinoha
(Foto: cozymax su Flickr)

Mi piace quando i libri mi fanno conoscere (o ritrovare) altri libri.

A Ferrara ho comprato i Quaderni giapponesi di Igort, che parla del suo innamoramento per il Libro d’ombra di Tanizaki. Io lo avevo letto e dimenticato completamente anni fa.

Sono andata a rileggerlo e ho trovato questa ricetta. Niente altro che semplicissimi ingredienti e una preparazione accurata, quasi meditativa.

Non tutti gli scrittori parlano di cibo, ma quando lo fanno riescono a trasmettere un mondo intero. Nei prossimi mesi voglio raccontarne anche altri…

“L’altro giorno fui interrogato da un giornalista che mi chiedeva un piatto insolito e appetitoso. Gli diedi la ricetta del sushi nella foglia di cachi, che è un piatto tipico di una valle sperduta fra le montagne di Yoshino. Eccola.

Continua a leggere

Marsiglia

IMG_0456

In questi giorni c’è una luce speciale. Mi ricorda il sud della Francia, dove la cosa incredibile è proprio la luce. Che sembra che quando passi la frontiera le abbiano dato una lucidata, che l’abbiano amplificata, resa più luminosa, che abbiano lavato l’azzurro del cielo… non so, in ogni caso la luce nel sud della Francia deve avere qualcosa di particolare, chiedetelo ai pittori.

Continua a leggere

Le ricette di Roald Dahl

pot
(Nella foto: patate dolci caramellate)

Mi sono innamorata di questo libro.
A Mumbai (poi vi racconterò), in una libreria piccolissima dove sono stata una mattina intera a spulciare libri di ricette e di foto, improvvisamente da una pila polverosa è uscito questo libro. Costava pochissimo perché, a quanto pare, non interessava a nessuno. Non c’entra nulla con l’India. L’ho aperto perché mi piace moltissimo Roald Dahl.
Continua a leggere

Sospiri

image

Una ricetta al volo. Mi è capitato per “caso” tra le mani il libro su Maria Grammatico:

image

Così, come niente fosse, nascosto in una pila di libri a casa di un’amica. Su Maria, sulla pasticceria, sul libro non dico niente perché ne hanno già parlato in tanti tanti tanti… però ho un sacco di mandorle. Così ho fatto la ricetta più semplice che potevo, quella dei sospiri.

150 gr mandorle
150 gr zucchero
un cucchiaino di miele di acacia
scorza di limone grattugiata
una chiara d’uovo

Continua a leggere

Un piccolo libro di ricette

bbsg_web

Mi sono accorta che il mio blog ha raggiunto i 30 000 hit! Per molti blog è un’inezia, ma non per me. Quando ho iniziato a scrivere qui non pensavo che tante persone sarebbero passate a trovarmi… e così ho deciso di farvi un piccolo regalo, un pdf contenente 11 semplici ricette senza glutine tratte dal mio blog, con un paio di inediti. Spero possa essere utile come raccolta di ricette facili per alcune cose buone. Potete scaricare il pdf qui, oppure sfogliarlo online qui o cliccando sull’immagine di copertina. Grazie grazie grazie a tutti quelli che passano di qui!

Focaccia senza glutine – Gluten Free Focaccia


Un attimo di commozione.
(La foto fatta con questa luce non le rende giustizia.)
Da quando mi hanno diagnosticato la celiachia ripeto spesso questa frase (di solito a qualcuno che mi commisera ;) ): «Oh, no, non mi mancano molto tutte quelle cose lì. L’unica che mi manca davvero è la focaccia!»…
Da buona ligure, ho sempre apprezzato una bella striscia di focaccia fatta come si deve. E negli ultimi anni è diventata un’impresa trovarla, soprattutto per via dell’olio. La focaccia è una spugna d’olio: con un olio cattivo diventa immangiabile. Per niente come si deve.
Ci sono molte scuole sulla focaccia: chi – come mia madre – l’apprezzava bella morbida (riferendosi soprattutto a quegli amabili buchini bianchi nella crosta dorata della focaccia), chi la vuole secca e croccante, chi come le mie amiche genovesi inzuppa la striscia nel cappuccino, chi la mangia con la nutella
Continua a leggere

The Muesli Project Reloaded & Gluten Free Girl

In realtà non voglio darvi solo una nuova “ricetta” per il muesli (questa volta senza glutine), ma voglio anche parlarvi del libro che ho finito qualche giorno fa, il libro scritto da Shauna del blog Gluten Free Girl. Il blog di questa meravigliosa donna di Seattle l’ho scoperto poco dopo la mia diagnosi. All’inizio trovavo la sua scrittura quasi troppo emotiva, quasi imbarazzante nel suo calore, ma c’era qualcosa che mi faceva tornare spesso al blog con la sua atmosfera magica e calda, con le sue belle foto e ricette. Sì, belle, è la parola giusta. E così, quando ho ordinato i miei libri su Amazon, ho gettato con nonchalance il suo libro nel cestino.

Continua a leggere