Gelato alla vaniglia con mandorle caramellate

gelato

È venuto il caldo… e allora una ricetta di gelato che è semplicissima nonostante il nome altisonante. O meglio, io l’ho fatta diventare semplicissima e vi assicuro che è venuto benissimo… :-) Per questo gelato ho attinto alla mia preziosa riserva di mandorle bio di Toritto.

Continua a leggere

Sospiri

image

Una ricetta al volo. Mi è capitato per “caso” tra le mani il libro su Maria Grammatico:

image

Così, come niente fosse, nascosto in una pila di libri a casa di un’amica. Su Maria, sulla pasticceria, sul libro non dico niente perché ne hanno già parlato in tanti tanti tanti… però ho un sacco di mandorle. Così ho fatto la ricetta più semplice che potevo, quella dei sospiri.

150 gr mandorle
150 gr zucchero
un cucchiaino di miele di acacia
scorza di limone grattugiata
una chiara d’uovo

Continua a leggere

Frangipane

image

La torta che ho fatto per il pranzo di oggi. Per ora solo la foto, poi posto anche la ricetta :)

Allora, come promesso, per la pastafrolla:

150 gr. farina di riso finissima
100 gr. fecola
100 gr. zucchero a velo
80 gr. burro fuso
un uovo e un tuorlo
un pizzico di sale

per la crema frangipane:

Continua a leggere

Cocco, mandorle… e fragole

Due esperimenti piuttosto buoni. Dopo aver fatto la zuppa inglese – avevo trovato i savoiardi senza glutine – mi sono avanzati degli albumi. Un po’ di tempo fa avevo segnato una semplice ricetta per fare gli amaretti in questo bel libro che mi ha regalato Bianca. Ma andando al supermercato ho notato, tra le varie farine, anche il cocco grattugiato con certificazione senza glutine. Nel frattempo ho notato su Smitten Kitchen questa ricetta. C’erano anche un po’ di fragole in casa… e così ho fatto due prove:

DOLCETTI AL COCCO E ALLE MANDORLE

100 gr. farina di mandorle
75 gr. cocco grattugiato
Continua a leggere

Zuppa fredda di avocado e un saluto

La ricetta è semplicissima. L’ho trascritta anni fa nel mio quaderno e credo venga da un Venerdì di Repubblica di chissà quando, ma non è di Vissani ah ah… Affettate la parte bianca di un porro, fatela soffriggere delicatamente in un po’ d’olio, tagliate due patate medie a dadini, aggiungete circa un litro d’acqua, fate cuocere le patate, frullate, lasciate intiepidire; sbucciate due avocadi e aggiungetene la polpa alla zuppa raffreddata, frullate, decorate con mandorle sfilettate tostate. Potete servirla tiepida oppure fredda di frigo.

Vi lascio questo post a tenervi compagnia per un po’, perché sto partendo per un viaggio che durerà un mese. Partirò la settimana prossima, ma temo proprio che non avrò il tempo di scriverne un altro… non so se riuscirò a pubblicare qualche foto da là, lo spero vivamente, ma non ne sono certa. Dove vado? Non ve lo dico, è una sorpresa per chi riesce a resistere! ;)

Nel frattempo lascio le redini alla mia cara amica Bianca, che spero abbia il tempo di postare qualcuna delle sue ottime ricette (non è celiaca, ma avrà un occhio di riguardo per chi non sopporta il glutine!)

Muffin carote e mandorle

Mi contraddico? Ebbene sì, mi contraddico… però. Ho delle buone scuse. Come vi ho detto, continuo a cucinare. Oggi ho fatto questi muffin per la colazione. E poi è passato di qui un fotografo. E ha voluto fotografarli a tutti i costi. E ridendo e scherzando mi ha regalato una bella foto, non come quelle patetiche che faccio di solito io. E io che faccio? Devo postarla, non posso mica tenermela per me. La ricetta, poi, è di una semplicità disarmante. Per 12 muffin:

150 gr carote grattugiate
75 gr mandorle tritate
Continua a leggere

Torta ciliegie e cioccolato


Innanzitutto un saluto e una parola di scusa per chi è passato di qui in questi giorni. Spesso ho dimenticato di rispondere ai commenti, scusatemi se l’ho fatto ma sappiate che i vostri commenti li leggo sempre e che le vostre visite mi fanno sempre molto piacere… grazie a tutti quelli che in questi giorni sono passati da qui.
Questa è una torta quasi inventata da me, quasi nel senso che è un mix di varie torte viste qua e là, ispirata da una torta di ciliegie di Annalisa Barbagli via cavoletto… insomma le mie solite passioni ;) in più una caterva di ciliegie, finalmente! arrivate con il gas… il risultato è buono e molto nutriente, insomma una torta di cui potete mangiare una fetta, ma alla seconda potreste pentirvi di avere esagerato. Come ho fatto io oggi ;)

650 gr. ciliegie pesate con i noccioli
100 gr. cioccolato fondente 70%
Continua a leggere

Stelle alla cannella – Zimtsterne

Come promesso, ecco la seconda ricetta: quella delle stelline alla cannella, naturalmente senza glutine.
Ho girato parecchio su internet ma mi pare che più o meno il succo sia questo:

400 gr. farina di mandorle
200 gr. zucchero a velo (io continuo a farlo nel macinacaffè)
2 albumi
2 cucchiaini di cannella macinata
un pizzico di zenzero in polvere
un pizzico di chiodo di garofano
un pizzico di noce moscata
succo di un limone

Continua a leggere

Un esperimento con i macarons – Experimenting with Macarons

Questo fine settimana, in un momento di leggera follia, ho deciso di provare a fare i macarons, dolcetti francesi niente affatto facili da fare ma senza glutine. Era un po’ che avevo voglia di provare a farli, non tanto per mangiarli, ma forse più per ragioni estetiche, a forza di vedere tutti quei meravigliosi dischetti multicolori… Beh, certo, sono un concentrato di zucchero e per niente sani e integrali, ma nessuno è perfetto… Non facciamoci l’abitudine!

Il mio tentativo non è riuscito fino in fondo. Come vedete, innanzitutto la parte superiore si è crepata, poi non hanno fatto quel bel “piedino” piatto alla base che è il segno del perfetto macaron, penso soprattutto perché non li ho lasciati riposare. Troppo impaziente, il mio eterno difetto! La ricetta è ingannevolmente semplice, ma è necessario seguire attentamente alcuni semplici accorgimenti per ottenere un risultato perfetto. Mi sono consolata perché, anche se esteticamente fanno un po’ pena, sono buoni, croccanti e leggeri e con un interno appena morbido. Ho imparato una cosa: il segreto per fare i macarons è pianificare e organizzarsi bene. Non farsi trovare impreparati come me scoprendo di non avere la bocchetta giusta per il sac à poche e doversi arrangiare con una molto più piccola… Comunque ho deciso di condividere con voi questo mio tentativo, sperando che possa servire a qualcun altro per ottenere risultati migliori.

Continua a leggere